rara-mente

Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Andare in basso

rara-mente

Messaggio Da antonella timpani il Mer 19 Mar 2014 - 15:28

L'orologio e il calendario vanno avanti e pure io.
Sempre a cercare una diagnosi.
Un percorso accidentato nel quale ho incontrato molti buchi nell'acqua e molti Ponzio Pilato.
Perché a volte c'è tanta superficialità?
O dovrei dire mancanza di professionalità?
Per nostra fortuna, quando si chiude una porta,
si spalanca un portone.
E gli equilibri tornano a coesistere, almeno per un tot.
Sarei dell'idea di sollevare un po' di polvere.
Anche se il rischio è che, una volta pubblicato un eventuale articolo, un'intervista,
molto rapidamente si torna nell'ombra, con un nulla di fatto.
Non è mia intenzione spettacolarizzare la vicenda anche se è facile caderci visti i tempi.
Sono in contatto con alcune persone ammalate che,
nonostante gli articoli pubblicati e i servizi in televisione,
da questo polverone hanno ricavato solo starnuti.
Mi scrivono: "Ammalati e sofferenti,
diamo noia a chi è considerato ancora normale.
La nostra storia e la nostra sofferenza, fisica e morale,
fatta di abbandono e umiliazione continua,
alla fine servirà a qualcuno".
Ecco come la pensa chi ha difficoltà a ricevere una diagnosi;
chi non ce la fa a sostenere le spese per pagare le cure necessarie,
e lotta per ottenere un'esenzione o un'assistenza domiciliare;
chi, non creduto nelle proprie sofferenze, perché non sempre i disturbi sono così evidenti agli occhi degli altri, è stato abbandonato anche dalla famiglia;
chi ha ricevuto una diagnosi errata e ne paga l'amara contropartita.
Il ministero della salute, con una campagna informativa di tempo fa:
"Le malattie rare colpiscono pochi di noi, ma in modo crudele....
Perchè la rarità torni ad essere solo un pregio e mai più una condanna"
"Non ci può essere buona sanità se non si combatte con decisione il
malaffare".
"Per una sanità dalla parte dei cittadini."
Per ora parole, e i fatti?
La lotta continua a colpi di e-mail, telefonate, articoli,
e, per chi crede, preghiere.
In virtù di questi pensieri io non posso fermarmi.

Antonella Timpani

antonella timpani

Messaggi : 8
Data d'iscrizione : 08.08.13

Vedere il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Tornare in alto

- Argomenti simili

 
Permesso di questo forum:
Non puoi rispondere agli argomenti in questo forum